• Home 
  •  Blog 

Blog

Vogliamo condividere con te i temi principali del bricolage e fai da te per aiutarti e farti avvicinare sempre di più a questo mondo pieno di idee e creatività!

Vuoi un’idea creativa per la Festa della Mamma? Quale periodo è migliore di maggio per occuparsi del giardino: le giornate sono belle e calde, la luce si allunga e le piante crescono rigogliose. Dedica del tempo alla persona più speciale di tutte e alle sue passioni: crea un orto verticale con pochi semplici passaggi!

 

Materiale necessario:

 

  • Piantine aromatiche – o fiori a piacere;
  • Terriccio universale;
  • Tessuto non tessuto;
  • Pittura al quarzo;
  • Carta abrasiva o levigatrice;
  • Pennello;
  • Spara graffette;
  • Metro flessibile;
  • Forbici da giardinaggio.
 
Nelle prossime righe ti spiegheremo come allestire un orto verticale utilizzando un ecopallet, di quelli che trovi in commercio o usati per i trasporti. Abbiamo scelto di farlo il più semplice possibile, così anche le mani meno esperte possono riuscire nell’impresa: le tasche dove sistemeremo le piantine sono create solo da un ritaglio di TNT, senza supporti in legno, che richiederebbero maggiore manualità.
Come fare un orto verticale

Scelta del pallet

Per avere un bel risultato, servono le materie prime migliori! Fai attenzione a controllare bene il pallet che vuoi utilizzare, soprattutto se si tratta di materiale di riciclo: deve essere una struttura ben messa e soprattutto stai attento che non ci siano parti di legno marcio. Questo determina un rischio per la ben riuscita del lavoro e per la durata nel tempo dello stesso!
 

Trattamento del pallet

Una volta trovato quello giusto, è arrivato il momento di trattarlo a dovere. Per prima cosa, ti consigliamo di carteggiarlo con cura, a mano con carta abrasiva di grossa grammatura, oppure con una levigatrice orbitale così da far prima.
In questo modo togli tutte le spine di legno e affini la superficie, togliendo ruvidità e dando un tocco più sofisticato al legno. Più ti prendi cura di questo passaggio, migliore sarà il risultato finale! Ricordati di passare su ogni lato del pallet.
 
Una volta finito, puoi valutare se dipingerlo oppure lasciarlo di legno grezzo. Per quest’ultimo, ti consigliamo comunque di passare un impregnante: renderai la struttura generalmente più resistente anche agli agenti atmosferici. Per rendere il pallet più divertente e colorato, puoi invece dipingerlo con della pittura al quarzo, da diluire solitamente con il 25% di acqua: pulisci prima la superficie dalla polvere di legno. Puoi farlo con un soffiatore oppure con un semplice panno umido o un pennello asciutto. La pittura al quarzo è ottima in questo caso: è resistente a muffe ed alghe, punto importante dato che le piantine verranno costantemente annaffiate e il legno sarà a contatto con acqua; è idrorepellente, facile da applicare e anche resistente ai raggi UV!
 
Puoi scegliere se avere un colore pieno oppure un velo di tinta, dove si possano intravedere le venature sottostanti: per il primo caso, le applicazioni che ti consigliamo sono 3. Considera sempre che tra una passata e l’altra devi attendere circa 5/6 ore affinché lo strato sotto si asciughi bene! Inoltre, anche qui hai 2 facciate da trattare. Dedica il tempo che serve e non avere fretta, evitando pasticci.
Puoi scegliere di dipingere solo le parti esterne, dato che quelle interne verranno riempite con le tasche e le piantine: tra le radici e il legno ci sarà solo lo stato di Tessuto Non Tessuto, quindi meglio lasciare il solo materiale naturale!
 

Costruzione delle tasche

Una volta completata la struttura, è il momento di allestire le tasche che conterranno terra e piantine.
In totale ce ne sono 6 e il procedimento è particolarmente semplice: dovrai ritagliare il tessuto non tessuto per ogni tasca, fissarlo con la graffettatrice ed il gioco è fatto!
 
Prima di tutto, acquista un TNT con grammatura molto elevata: questo ti permette di avere un “sacchetto” resistente! Il colore, sceglilo come desideri o in base a quello con cui hai dipinto il pallet. Altro fattore importante è che sia completamente permeabile, così da evitare ristagni d’acqua a livello radicale e utile a far defluire l’acqua in eccesso
 
Ritaglialo a seconda delle dimensioni delle tasche: misura lo spazio tra le assi con un metro flessibile, in questo modo hai maggior precisione sulla quantità di tessuto che ti serve per farle profonde quanto l’asse del pallet. Infatti, potrai rilevare larghezza e lunghezza in maniera più semplice!
Una volta riportate le misure, ritaglia il tessuto e fissalo al legno! In questo passaggio aiutati con una spara graffette elettrica. Se hai quella manuale va comunque bene, ma è possibile che dovrai fare un po’ di fatica!
Ricorda di far aderire il più possibile il tessuto al pallet e di fare il fondo diritto, così da avere la tasca più spaziosa possibile.
Come fare un orto verticale
Come fare un orto verticale

Scelta e disposizione delle piantine

Bene, ora siamo quasi alla fine! Già si vedono i risultati del duro lavoro, manca solo il procedimento più bello, quello con le piantine.
Prima di rinvasarle, decidi dove mettere cosa: quello che ti possiamo consigliare è di valutare attentamente l’accrescimento della chioma. Noi abbiamo pensato che la tua mamma userà il giardino verticale come dispensa casalinga dove attingere le spezie per la cucina. Quindi abbiamo scelto colture come rosmarino, salvia, timo etc. Puoi anche optare di dedicare degli slot a fiori di stagione, così da abbellire maggiormente la struttura!
Le piante che crescono in altezza, mettile nella parte superiore così da non essere intralciate dalle altre. Quelle più piccine, puoi inserirle a metà o in basso. Dal momento che le piante aromatiche sono fatte apposta per essere tagliate e spizzicate, puoi anche scegliere colture che solitamente sono un po’ più grandi, ma che verranno potate costantemente dato che utilizzate in cucina.
 
Ti suggeriamo di utilizzare una sola pianta per ripiano, dato che lo spazio di per sé è già piccino. Inoltre, tieni presente che la pianta avrà comunque dimensioni più ridotte rispetto al solito: ha meno posto dove far crescere le proprie radici e anche la chioma sarà rapportata a questo!

Operazione di rinvaso

La procedura di rinvaso è leggermente più semplice del solito, ma sono necessari comunque degli accorgimenti: non è necessario il primo strato di argilla espansa e puoi inserire un po’ di terriccio universale compattandolo leggermente.
Togli delicatamente le piantine prescelte dal loro vaso e dedica qualche attenzione al pane di terra che hanno: aprilo un po’ con le mani, così da aiutare le radici a fuoriuscire in fase di crescita e successivamente inseriscile nella loro nuova dimora riempiendo di terra fino al colletto della pianta.
 
Consiglio: se la piantina è più alta rispetto all’altezza della tasca e fuoriesce, puoi tagliarle la parte basale con delle forbici da giardinaggio, togliendo un po’ di terriccio dalle parti laterali. Non ti preoccupare, entro qualche settimana le radichette saranno nuovamente cresciute e non avrai fatto danni alla salute della coltura.

Manutenzione e posizionamento dell’orto verticale

L’orto verticale, oltre ad essere un’idea creativa e carina da poter regalare con amore, è anche piuttosto pratico: permette di avere 6 diverse tipologie di piante senza occupare spazi eccessivi, pensiamo ad esempio ad un balcone di ridotte dimensioni. Ottimizzazione degli spazi mode on!
Fissalo sempre al muro: non sembra ma una volta riempito di terra e piantine il pallet avrà un bel peso. Utilizza tasselli, chiodi con anelli o qualche soluzione Fai Da Te per mettere in sicurezza la tua opera!
 
Attenzione all’esposizione al sole. La terra nelle tasche è poca viste le dimensioni ridotte, pertanto se troppo esposto al sole, l’orto verticale soffrirà di disidratazione in poche ore.
Meglio optare per luoghi parzialmente esposti al sole solo per qualche ora al giorno.
 
Le piante non necessitano di cure particolari rispetto al solito. Concimale e dai acqua con regolarità, considera solo di non irrigare troppo in quanto tutta l’acqua defluirà verso il basso e le piante sotto, riceveranno quella che viene da sopra!
 
Il regalo per la mamma lo hai completato con successo. Puoi trovare tutti i materiali utilizzati nei nostri punti vendita, oppure online.

 

Fanne più di uno per dare aroma, colore e divertimento al tuo giardino!
Seguici su facebook
Seguici su Instagram
Seguici su Youtube

Cerca l'argomento

Iscriviti alle nostre newsletter

Scegli la nostra newsletter per essere sempre al corrente delle ultime promozioni e novità del nostro Gruppo.
Nella newsletter troverai utili informazioni sui nuovi servizi, prodotti, promozioni e anticipazioni.
Per iscriverti alla newsletter, compila i seguenti dati:

* i campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori

dichiaro di aver letto e accettato l'informativa privacy web*

acconsento ad essere aggiornato su tutte le iniziative promozionali e di attività di marketing diretto, come indicato nell'informativa privacy web

Scrivi il testo dell'immagine: Loading refresh testo immagine

Iscriviti alla newsletter

Lascia qui di seguito il tuo indirizzo mail per ricevere offerte esclusive, per essere informato sulle novità, promozioni e concorsi!

torna su

Eurobrico Feedaty 4.8 / 5 - 3651 feedbacks