• Home 
  •  Blog 

Blog

Vogliamo condividere con te i temi principali del bricolage e fai da te per aiutarti e farti avvicinare sempre di più a questo mondo pieno di idee e creatività!

Prodotti di prima qualità, tanta passione e buona cucina. Fare la passata di pomodoro in casa significa poter assaporare i gusti del proprio orto durante tutto l’arco dell’anno ma anche ritrovarsi in famiglia.
Vediamo quali sono i passaggi e gli attrezzi indispensabili del mestiere.

Oggi affrontiamo un tema culinario che ha a che fare con il bricolage in quanto si tratta di creare qualcosa con le proprie mani, invece di doverla acquistare. Per farla, sono necessarie le conoscenze tramandate da madre a figlia e un alleato intramontabile per questa specifica ricetta: il passaverdure.
Eh si, perché ti permette di ottenere una polpa liscia e omogenea che non puoi replicare in altri modi, nonostante il suo semplicissimo funzionamento. 


Passaverdure manuale


Il modello manuale è composto da una ciotola in acciaio inox collegata ad un manico o nei modelli più recenti, dei piedini così da fissarla alla tavola e avere le mani libere. Sopra di essa c’è una manovella collegata a delle lame: servono per pressare e tagliare i pomodori! Il succo che ne deriva verrà filtrato da un disco di metallo sottostante per poi finire all’interno del contenitore che posizionerai al di sotto dello spremi pomodoro. Solitamente dentro la scatola del prodotto, sono anche presenti dischi filtranti di diverse maglie apposta per separare più finemente o grossolanamente il composto a seconda dei risultati che cerchi.
Prima di metterti all’opera, ti consigliamo vivamente di pulire, tagliare, sbollentare e togliere la buccia ai pomodori: in questo modo potrai fare meno fatica con la manovella! 
Consiglio: utilizza il modello manuale se devi trattare uno o due chili di verdure. Altrimenti opta per un modello motorizzato


Passaverdure elettrico


Un piccolo elettrodomestico alleato nella preparazione di passate di pomodoro e non solo con dimensioni analoghe ad una macchina da caffè, lo spremi pomodoro elettrico è ottimo per accompagnarti nelle giornate in cucina senza occupare troppo posto nelle antine dei mobili.
Più nel dettaglio è composto da:

  • motore;
  • filtro;
  • coclea;
  • cilindro;
  • sgocciolatore.


Funzionamento
Il pomodoro inserito nell’imbuto della macchina viene spinto verso il basso dal motore, passa nel filtro, nella coclea per poi finire nello sgocciolatore se si tratta di polpa e succo; le parti come buccia e semi verranno espulse dal cilindro. Tutto quello che devi fare manualmente è mettere dei contenitori sotto cilindro e sgocciolatore per raccogliere i risultati! In questo caso, data la presenza di un motore, puoi evitare il passaggio di sbollentamento dei pomodori: come unica fatica manuale è sufficiente tagliare di metà ogni pomodoro cosicchè la macchina sia agevolata nello sminuzzamento. Nei modelli più completi puoi disporre di più velocità da regolare con pulsante apposito, altrimenti c’è solo il pulsante di azionamento/spegnimento,
Consiglio: questo prodotto è utile per passare in media, 30 o 40 kg di pomodori in un tempo stimato di una o due ore.

 

Manutenzione del passaverdura

Soffermiamoci sui modelli elettrici perché hanno bisogno di più cure, vista la presenza del motore; le cose importanti da sapere sono:
  • Pulisci la macchina prima del suo uso. Sei in procinto di fare degli alimenti, è bene che ci sia la maggior pulizia possibile sia intorno che dentro la macchina. Prenditi cura della famiglia fin dal principio;
  • Lava a mano le parti staccabili a meno che non sia diversamente indicato dal produttore;
  • Un buon modo per essere sicuri di aver tolto tutte le rimanenze di produzione dello spremipomodoro è quello di utilizzarlo. Provalo con poca verdura che poi butterai via. In questo modo tutte le parti degli ingranaggi verranno toccate garantendo così nessun granello di polvere rimasto;
  • Fai attenzione a non surriscaldare il motore, ogni tanto concedigli delle pause!
 

Altri usi dello spremipomodoro, non solo verdura!

Così semplice che riesce a stupire: potrai fare tante altre ricettine ottime per regalare a parenti e amici in occasioni particolari. Siamo sicuri che apprezzeranno molto di più rispetto a qualcosa di commerciale. Sbizzarrisciti quindi a fare zuppe di pesce, confetture, coulis di frutta e crema di marroni!
Attenzione: se ti interessano tritacarne, impastatrici o tubi per insaccare, puoi trovare questi accessori in alcune marche di passaverdura. Un solo motore, tanti usi!

Conserva di pomodoro, la ricetta

Prima di cominciare vogliamo darti subito una chicca organizzativa. Prepara gli spazi adeguati e tutti gli ingredienti in anticipo: ti permetterà di non dover insozzare la cucina, procedendo spedito e senza intoppi!

Attenzione: calcola la quantità dei vasetti da utilizzare in base a quanti Kg di passata fai. Solitamente si conta circa il 60% del pomodoro crudo, ossia se hai 10 Kg di pomodoro riuscirai ad ottenere 6 Kg di passata. Adopera vasetti in vetro, meglio se nuovi con la chiusura ermetica senza difetti e imperfezioni che garantisca la buona riuscita dell’imbottigliamento!
Consiglio: meglio utilizzare barattoli di misura piccola. Suddividere un litro di conserva in almeno due vasetti da 500 ml sono più pratici affinchè possa consumare tutto il vasetto in un’unica volta. Altro motivo è che se non riesce il sottovuoto, non dovrai buttare interi chili di lavoro!

 

Doveroso scrivere due righe a proposito della scelta di pomodori. L’ingrediente re della passata deve essere sano, sodo e maturo: questo significa che dovrai utilizzare pomodori belli maturi e pronti ma non danneggiati, ammuffiti o ammaccati perché per ottenere una passata succosa e piacevole la materia prima deve essere altrettanto buona, se non di più! Pensa sempre che verranno trattati e conservati a lungo in barattoli; il processo di imbottigliamento home made non è efficace come quello industriale e avere un buon prodotto dal principio equivale ad evitare deterioramenti in fase di conservazione.
Il pomodoro consigliato è la qualità San Marzano, ma nessuno ti impedisce di utilizzare altre tipologie comunque ottime per le conserve. Se non hai un orto, il quale è comandato dalla natura, acquista i pomodori da fine luglio a fine settembre, il periodo ideale per questa verdura, ma attento: quando li acquisti non aspettare giorni prima di fare la passata, altrimenti la qualità non sarà più ottimale!
In questa ricetta non verranno aggiunti ingredienti extra al succo di pomodoro. Crediamo che il sapore autentico non debba essere modificato e preferiamo mantenerlo più versatile a tutti i tipi di ricette, dalla salsa per la pizza al sugo per la pasta, all’utilizzo dello stesso per fare il ragù. Ci serviremo di uno spremi pomodoro manuale utile a spiegare l’intero processo fin dal principio; con quello elettrico si può saltare il primo passaggio di sbollentamento.
In ogni caso, la scelta è puramente personale e di gusto. Cominciamo!

 

In una pentola capiente inserisci un canovaccio a copertura del fondo e posiziona i barattoli di vetro a testa in su (apertura verso l’alto) avvolti in uno straccio da cucina: ogni barattolo deve essere circondato per evitare al vetro di toccarsi durante la cottura e la conseguente rottura. Riempi la pentola di acqua fino a coprire il contenuto e falla bollire per mezz’ora; passato questo lasso di tempo spegni il fuoco e fai freddare il tutto insieme all’acqua, successivamente estrai i vasetti utilizzando delle pinze pulite – così da non toccarli, contaminandoli – falli gocciolare e asciugare a testa in giù su altri stracci puliti.

 

Attenzione: non buttare via l’acqua e i canovacci, ti serviranno ancora!

 

I tappi devono essere sterilizzati in modo analogo, ma falli bollire solo due minuti per non rischiare di danneggiare tappi e guarnizioni, poi lasciali freddare dentro l’acqua. Consiglio: tieni sempre in casa dei coperchi di riserva nuovi, potrai sostituire quelli vecchi o quelli che non chiudono correttamente senza dover correre al supermercato!
Durante tutta la sterilizzazione, ottimizza i tempi lavando accuratamente i pomodori: privali del picciolo e asciugali con delicatezza. Togli imperfezioni e tagliali a metà inserendoli in una pentola capiente a fuoco medio con coperchio. Lasciali ammorbidire e cuocili fino a che la buccia non sarà raggrinzita, girandoli costantemente affinchè non si attacchino al fondo. Ora è il momento di prendere il grande protagonista: il passaverdure!
Ti consigliamo di adoperare il disco con fori stretti e di passare più volte ogni singola porzione del composto, dal succo perso in cottura a tutti i pezzettini di pomodoro. Utilizza anche un colino a maglie fine così da filtrare semini o parti che il disco non è riuscito a fermare. Avrai una polpa omogenea e liscia evitando qualsiasi spreco!
Metti tutto nella casseruola che utilizzerai per far addensare la polpa a fiamma dolce per 15 minuti, o a gusto personale in base a se preferisci la conserva liquida io più densa. Una volta raggiunta la consistenza desiderata lasciala freddare nella casseruola e con un imbuto pulito trasferiscila dentro i vasetti precedentemente messi nel forno al minimo per asciugarli completamente.
Lascia 3 cm dal bordo dei barattoli, chiudili e capovolgili affinchè il processo di sottovuoto cominci; rimetti i barattoli dentro la pentola piena d’acqua mantenendo il tappo verso il basso e lascia bollire per 30 min. Togli dal fuoco e lasciali ancora freddare per altri 40 minuti.
Una volta tolti dalla pentola, verifica subito che ci sia la chiusura ermetica del tappo con la prova del Click Clack: se non ci fosse, cambialo subito e rifai il processo di bollitura!
 
Ora la tua passata è pronta per essere gustata: quando apri il barattolo dovrai consumarlo in settimana, altrimenti mettila in dispensa per massimo 10 – 12  mesi.
Ricordati di utilizzare il passaverdura per un risultato da vero professionista!
Seguici su facebook
Seguici su Instagram
Seguici su Youtube

Cerca l'argomento

Iscriviti alle nostre newsletter

Scegli la nostra newsletter per essere sempre al corrente delle ultime promozioni e novità del nostro Gruppo.
Nella newsletter troverai utili informazioni sui nuovi servizi, prodotti, promozioni e anticipazioni.
Per iscriverti alla newsletter, compila i seguenti dati:

* i campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori

dichiaro di aver letto e accettato l'informativa privacy web*

acconsento ad essere aggiornato su tutte le iniziative promozionali e di attività di marketing diretto, come indicato nell'informativa privacy web

Scrivi il testo dell'immagine: Loading refresh testo immagine

Iscriviti alla newsletter

Lascia qui di seguito il tuo indirizzo mail per ricevere offerte esclusive, per essere informato sulle novità, promozioni e concorsi!

torna su

Eurobrico Feedaty 4.8 / 5 - 3661 feedbacks