• Home 
  •  Blog 

Blog

Vogliamo condividere con te i temi principali del bricolage e fai da te per aiutarti e farti avvicinare sempre di più a questo mondo pieno di idee e creatività!

La stagione estiva si avvicina ed è giusto pensare con anticipo alle soluzioni disponibili per non soffrire il caldo torrido all’interno di casa. Soprattutto nelle città, le alte temperature si sono fatte sentire in particolare negli ultimi anni e devi far attenzione a diverse cose, prima di capire cosa fa al caso tuo. Chiarisciti le idee continuando a leggere!

 

 

Sicuramente appena si parla di raffrescamento da interno, si pensa a ventilatori e condizionatori, i due prodotti più diffusi e conosciuti del mercato. Ognuno di essi ha diversi punti di forza ma anche difetti da dover considerare: non esiste la risposta corretta in valore assoluto, alla domanda “quale dei due prodotti è meglio”. Entrambi sono una soluzione valida a seconda delle situazioni che ognuno di noi ha!
Partiamo con i primi.


I ventilatori


I ventilatori sono in commercio da tantissimi anni e con il passare del tempo si sono evoluti molto. Tra i modelli a piantana, da tavolo o da soffitto ci sono infinite possibilità di scelta, ma quando preferire un ventilatore rispetto ad un impianto più completo di condizionamento?
Il ventilatore riesce a raffrescare gli ambienti tramite il movimento delle pale che, smuovendo l’aria circostante, può offrire un abbassamento delle temperature fino a 10°. Si tratta di un funzionamento molto semplice che dà il meglio di sé se gli ambienti hanno una metratura limitata, in quanto l’aria smossa dalle pale non può raggiungere tutte le zone di casa da un punto solo: se si vogliono raffreddare più punti o zone più ampie, è necessario collocare diversi ventilatori. Dal momento che l’installazione dei ventilatori è molto semplice e il budget necessario è basso, potresti anche valutare di acquistare più di uno per coprire tutta casa.

Ventilatore o climatizzatore, quale fa per te?

Il ventilatore da soffitto


Il prodotto più acquistato di questa categoria è quello a soffitto. Permette di rinfrescarti, di illuminare e di non occupare posto in casa, dal momento che viene appeso sopra la testa: molto quotato per sostituire l’aria condizionata che ad alcuni procura fastidiosi inconvenienti come emicranie, dolori muscolari e cervicali, è una scelta saggia quando in casa sono presenti anziani o bambini perché non crea forti correnti d’aria. Per chi non lo sapesse, l’area del pavimento interessata del flusso d’aria creato sul soffitto è doppio di diametro rispetto a quello delle pale: calcola dunque bene le dimensioni del prodotto da acquistare! Il diametro delle pale è un fattore molto importante di scelta in quanto maggiore è il diametro delle pale, più aria riuscirà a spostare! Solitamente, tieni a mente che per una stanza di circa 15 m2, un diametro di 100 cm è più che sufficiente. Fino a 35m2 puoi optare per una dimensione di 160cm, oltre valuta più punti di ventilazione.
Inoltre, si tratta di un’ottima soluzione anche per diffondere meglio il calore del riscaldamento invernale verso il basso; potrai così ovviare ad avere sempre i pavimenti freddi e contrastare l’umidità per tutto l’anno!
Per le modalità di funzionamento ti consigliamo di optare per la reversibilità di rotazione ottima per rendere confortevole l’ambiente nel quale farai l’installazione, un interruttore comodo da avere sottomano con quello a parete o a telecomando, ma ci sono anche modelli con possibilità di programmazione.
Per ottimizzare gli spazi, molti ventilatori a soffitto montano luce incorporata: non dovrai installare anche l’illuminazione, è già tutto compreso!
Ultimo punto importante è valutare se ti serve la regolazione in altezza: per un’installazione ottimale, il ventilatore deve essere ad un’altezza ben precisa da terra. Se hai un soffitto più alto di 3m, ricorda di prendere un modello con questa possibilità!


In commercio ci sono tantissimi modelli diversi, i migliori sono anche minimali e con grandi a luci a led, così da togliere quell’aspetto da hotel alla stanza. Se hai intenzione di posizionarlo in una stanza o in studio, dove potresti passare diverso tempo, assicurati di scegliere un modello silenzioso in quanto non tutti sono silenziati a dovere!
La manutenzione è quasi assente, quindi puoi valutare l’acquisto di un ventilatore con serenità, soprattutto se sei un una zona dove il caldo non è eccessivo: questo perché smuove l’aria già presente e non la modifica nè in temperatura, né nel tasso di umidità della stessa. Inoltre, ricorda che è buona prassi pulire bene le vicinanze, altrimenti polvere e sporco, verranno spostati e messi in circolazione! Fattore importante da valutare per chi soffre di allergie.

 

Condizionatori

 

La funzione dei condizionatori, rispetto ai ventilatori appena analizzati, è quella di cambiare la temperatura interna di un ambiente, raffreddandola. Questo avviene tramite un motore che funziona attraverso i principi della termodinamica.
In commercio esistono appunto diversi tipi di condizionatori e la grande distinzione è quella tra fissi e portatili.
I primi vengono solitamente installati in ambienti ampi e anche per questo motivo, hanno costi generalmente più alti. E’ necessario l’intervento un tecnico specializzato che oltre l’installazione ti può consigliare il luogo perfetto e tutti i lavori necessari per il corretto funzionamento. Eh si, perché per montare un condizionatore fisso, non serve solo una parete dove fissarlo, ma anche il pescaggio dell’aria dall’esterno e quindi i tubi per permettere questo passaggio. Per scegliere, è necessario prima di tutto sapere quante stanze dobbiamo raffrescare e la grandezza delle stesse: in questo modo, insieme al tecnico, puoi valutare se utilizzare un condizionatore fisso con un solo split, oppure split multipli. O infine un condizionatore portatile.
Quelli portatili invece non necessitano di tubi che portano all’esterno e possono essere spostati in ogni stanza tramite delle comode rotelle. Attenzione però ai consumi derivati dalle classi energetiche non propriamente alte e il sistema di carico della condensa: un recipiente che va scaricato periodicamente e per cui si deve avere sempre attenzione.

 

I pro sono sicuramente presenti per entrambi i tipi, in quanto offrono una refrigerazione omogenea senza zone scoperte come può succedere con i ventilatori.
 
Ora sei pronto a valutare quale prodotto è meglio per le tue esigenze. Affidati sempre ad una ditta specializzata per i climatizzatori, è necessario per legge!
Ventilatore o climatizzatore, quale fa per te?
Seguici su facebook
Seguici su Instagram
Seguici su Youtube

Cerca l'argomento

Iscriviti alle nostre newsletter

Scegli la nostra newsletter per essere sempre al corrente delle ultime promozioni e novità del nostro Gruppo.
Nella newsletter troverai utili informazioni sui nuovi servizi, prodotti, promozioni e anticipazioni.
Per iscriverti alla newsletter, compila i seguenti dati:

* i campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori

dichiaro di aver letto e accettato l'informativa privacy web*

acconsento ad essere aggiornato su tutte le iniziative promozionali e di attività di marketing diretto, come indicato nell'informativa privacy web

Scrivi il testo dell'immagine: Loading refresh testo immagine

Iscriviti alla newsletter

Lascia qui di seguito il tuo indirizzo mail per ricevere offerte esclusive, per essere informato sulle novità, promozioni e concorsi!

torna su

Eurobrico Feedaty 4.8 / 5 - 3480 feedbacks